31.10.14

The 50 Scariest Books of All Time (o meglio: di letture edificanti per lo spirito, in questi giorni di macabro scherzume)


In una di quelle classifichine inutili che non vanno al di là del mero giochettino per spillare qualche visita in più sul proprio sito, ogni tanto compaiono anche cose che potrebbero interessarti. Come sai, è periodo di zucche diaboliche, ragnatele, ghot stories e mostri vari.
Tematiche che in terra a stelle e strisce amano raccogliere anche sotto la definizione "scary" ("pauroso", "terrificante"). Mi sono quindi imbattuto in una di queste, redatta l'anno scorso dal sito Flavorwire, che elenca i 50 Scary Book of All Time.

Tra questi, te lo dico, trovi delle sonore minchiate o, come al solito, titoli che non capisci perché secondo loro rientrino in quella determinata categoria (American Psycho di Breat Easton Ellis e Il Racconto dell'Ancella di Margaret Atwood sono davvero troppo pieni o di realismo o solo di follia omicida per entrarvi a pieno merito). Insomma, non basta di certo il fatto che si tratti di storie horror per renderle anche "scary" (non dovrei neanche star qui a dirlo). Devono rientrare con una certa comodità (inizio tono sarcastico) tra lo "scary" e il "creepy" e Halloween non è fondamentale ma importante, ricordatene. Così come l'atmosfera gotica, costellata da punte di grottesco e/o grand guignol (fine tono sarcastico).

Qui sotto ti piazzo solo quelli degni di nota comparsi nella suddetta classifica. Si tratta di alcuni classici che trovi anche in edizione italiana (a parte forse il Best di Lovecraft, lo Scary Stories to Tell in the Dark di Alvin Schwartz e il Non ho Bocca e Devo Urlare di Harlan Ellison che è "solo" un racconto ma che è comunque comparso in alcune antologie a lui dedicate). Subito sotto trovi il posizionamento in classifica, il titolo in italiano (dove il titolo è stato tradotto), quello in inglese e il nome dell'autore.

1. IT, Stephen King - 4. Ghost Story, Peter Straub - 6. La Casa d'Inferno (Hell House), Richard Matheson - 7. Dracula, Bram Stoker - 9. The Best of H. P. Lovecraft: Bloodcurdling Tales of Horror and the Macabre, H.P. Lovecraft - 10. Giro di Vite (The Turn of the Screw), Henry James - 12. L'Incubo di Hill Rose (The Haunting of Hill House), Shirley Jackson - 20. Danza Macabra (Carrion Comfort), Dan Simmons - 30. Storie di Fantasmi di un Antiquario (Ghost Stories of an Antiquary), M.R. James - 34. Sogni Neri (Incarnate), Ramsey Campbell - 37. Scary Stories to Tell in the Dark, Alvin Schwartz - 38. Paese d'Ottobre (The October Country), Ray Bradbury - 41. Non ho Bocca, e Devo Urlare (I Have No Mouth and I Must Scream), Harlan Ellison

Ora invece ti piazzo qui sotto quei titoli meritevoli che non sono stati nemmeno menzionati e che, con parsimoniosa spavalderia, ti segnalo invece io (tra quelli che ho letto o che sto leggendo) e vicino ti ci metto pure la sinossi, così magari ti fai venir voglia.

Peter Straub | La Cosa Oscura

La notte del 15 ottobre 1966, nella sonnolenta cittadina di Madison, in Wisconsin, quattro ragazzi si incontrano nel bosco per stringersi in cerchio e partecipare a un rito. Eel, Hootie, Dilly e Jason sanno solo che il loro nuovo idolo, Spencer Mallon ha promesso loro una buona dose di divertimento: quella notte risveglierà le acque del lago per evocare il Male. Ma nel buio, accade qualcosa di inspiegabile e all'alba, svanito nel nulla Mallon, non resta che il corpo straziato di uno dei partecipanti. Quarant'anni dopo, Eel e suo marito Lee, uno scrittore, decidono di investigare sugli eventi di quella notte del '66. E l'incubo ricomincia.

Neil Gaiman | Coraline

In casa di Coraline ci sono 13 porte che permettono di entrare e uscire da stanze e corridoi. Ma ce n'è anche un'altra, la quattordicesima, che dà su un muro di mattoni. Cosa ci sarà oltre quella porta? Un giorno Coraline scopre che al di là della porta si apre un corridoio scuro, e alla fine del corridoio c'è una casa identica alla sua, con una donna identica a sua madre, o quasi. Cercando di sostituire affetti e amori con quelli dell'altra parte, Coraline di renderà conto però ben presto, e a sue spese, che non tutto è come sembra. Una favola tenera e nerissima.

Neil Gaiman | Il Figlio del Cimitero

Ogni mattino Bod fa colazione con le buone cose che prepara la signora Owens. Poi va a scuola e ascolta le lezioni del maestro Silas. E il pomeriggio passa il tempo con Liza, sua compagna di giochi. Bod sarebbe un bambino normale. Se non fosse che Liza è una strega sepolta in un terreno sconsacrato. Silas è un fantasma. E la signora Owens è morta duecento anni fa. Bod era ancora in fasce quando è scampato all'omicidio della sua famiglia gattonando fino al cimitero sulla collina, dove i morti l'hanno accolto e adottato per proteggerlo dai suoi assassini. Da allora è Nobody, il bambino che vive tra le tombe e che sa comunicare con i defunti. Ma Bod è un vivo, e forte è il richiamo del mondo oltre il cancello.

Ray Bradbury | Il Popolo dell'Autunno

Green Town, Illinois. Manca solo una settimana alla festa di Halloween, quando la sonnacchiosa cittadina viene sconvolta da un circo misterioso che sembra promettere l'avverarsi di tutti i desideri e l'eterna giovinezza. Saranno James Nightshade e William Halloway, due amici 13enni, a sconfiggere le forze del Male e a riscattare le anime dell'intera comunità. Ma impareranno fin troppo presto a fare i conti con i propri incubi.


Ray Bradbury | L'Albero di Halloween

Nella serata che precede Ognissanti qualcosa di stupefacente è accaduto: un enorme albero è apparso, e dai suoi rami pendono centinaia di zucche in cui sono intagliati sorrisi inquietanti che fissano otto ragazzini. È la notte di Halloween e ognuno di essi indossa una maschera ma... dov'è finito Pipkin? Scortati da Sudario, una guida davvero particolare, i ragazzini partono alla ricerca dell'amico.


Irving Washington
La Leggenda di Sleepy Hollow

Il fantasma di uno spaventoso cavaliere senza testa si aggira a notte fonda per la valle di Sleepy Hollow, sul fiume Hudson. Ma al maestro Ichabod Crane, protagonista di questa storia, interessa solo corteggiare e sposare la bella Katrina, la cui dimora è stracolma di ricchezze e soprattutto di cibo. L'incontro con il cavaliere senza testa porterà a un tragicomico e inaspettato finale.



AA.VV. | Racconti di Halloween

Mostri, streghe, fantasmi, vampiri: nella notte di Halloween, quando il Male esce per strada, l'unica salvezza è chiudersi in casa e restare svegli e all'erta, raccontandosi storie di orrori che si spera di non dover mai affrontare. Perché se sono solo storie, come mai ci inquietano a tal punto? Se sono pura invenzione, perché ci suonano profondamente vere? Le Edizioni Einaudi danno alle stampe questa meravigliosa raccolta nel 2006, curata da Fabiano Massimi. Gli autori: Poe, Dickens, de Maupassant, Bradbury, Lovecraft, Matheson, Cortázar, Moody e anche due italianissimi ospiti speciali, Stefano Benni e Dino Buzzati.

Tim Burton
Morte Malinconica del Bambino Ostrica

Il lavoro di Tim Burton è segnato da una cifra inequivocabile di orrore, comicità e malinconia. Le sue sono figure di esseri sconfitti, dolenti o colpiti da grande solitudine.
Questo libro è una raccolta di racconti e filastrocche i cui protagonisti sono bambini, specchio della nostra mostruosità di adulti. C'è il Ragazzo-Ostrica che giace sepolto in riva al mare, e il suo ricordo dura lo spazio di una marea che cancella tutto. Ci sono il Bimbo-Formaggio e la Bambina-Spazzatura e il Bimbo con i Chiodi negli Occhi.

Ti auguro delle letture nere, mostruose e piene di fantasmi.

P.S.: Lo so che ne mancano mille e più. Ma questi mi son passati per la testa adesso. Se hai suggerimenti, sono ben accetti.

30.10.14

The Valiant Starts Here


Dovresti sapere bene che la Valiant è in grande fermento. Mentre in Italia quasi non si contano più i volumi dedicati a questi personaggi (quattro per X-O Manowar, tre per Shadowman, due per Archer & Armstrong, due per Bloodshot e uno per le Guerre di Harbinger) è notizia dell'ultima ora che da dicembre la Panini farà arrivare questi meravigliosi personaggi in edicola con la serie X-O Manowar Presenta. Ma in America, la casa editrice si appresta addirittura ad una sorta di lancio/rilancio previsto per i primi mesi del 2015, sottolineando che si tratta di un universo in continua espansione.
E ti dirò, gli intenti sembrano davvero ottimi viste le serie in questione e, soprattutto, i nomi degli autori coinvolti: Clayton Henry, Matt Kindt, Trevor Hairsine, Paolo Rivera, Doug Braithwaite, Jeff Lemire e Mico Suayan, solo per citarne alcuni.

Va segnalato soprattutto il ritorno di quel meraviglioso personaggio che è Ninjak in una serie regolare tutta sua (era già comparso come ospite sulla serie di X-O) e le stupende tavole di Mico Suyan su Bloodshot Reborn.

NINJAK #1
Written by Matt Kindt | Art by Clay Mann | March 2015



BLOODSHOT REBORN #1
Written by Jeff Lemire | Art by Mico Suayan | April 2015



THE VALIANT #1 (of 4)
Written by Jeff Lemire & Matt Kindt | Art by Paolo Rivera | Dec. 2014



IVAR, TIMEWALKER #1
Written by Fred Van Lente | Art by Clayton Henry | January 2015



DIVINITY #1 (of 4)
Written by Matt Kindt | Art by Trevor Hairsine | February 2015



IMPERIUM #1
Written by Joshua Dysart | Art by Doug Braithwaite | February 2015


29.10.14

Matthew McCarrey


Mi sono fatto due risate io, fattele anche tu, che di 'sti tempi ce n'è un gran bisogno. Prenditi cinque minuti e fai quel che ti dico. Quello qui sotto è il recente, americanissimo spot che Matthew McConaughey è stato chiamato ad interpretare per conto della Lincoln Motor Company. E' uno spot parecchio intenso. Molto carino. Guardalo.


Ora. Visto che intensità? Recitazione e musica richiamano in parte il trailer del prossimo Interstellar, ma si è voluta cavalcare anche l'onda di The Lincoln Lawyer, film del 2011 firmato da Brad Furman che vede protagonista proprio il nostro caro, buon McConaughey.
Adesso, però, guarda il video qui sotto, dove il grande Jim Carrey, per una serata del Saturday Night Live, dà la sua triplice versione dello stesso spot, parodiando il cipiglio intenso del collega texano.


Se non ti ha fatto ridere, sei una cattiva persona.

28.10.14

How to Draw a Penguin


Oliver Jeffers è anche un pittore e un illustratore. Ma soprattutto uno tra gli autori di libri per ragazzi tra i più completi e geniali in circolazione. Se ti interessa, qui trovi il suo sito: www.oliverjeffers.com. Qui sotto ti spiega come si disegna un pinguino.












27.10.14

SmartComix


SmartComix è un'interessante iniziativa ideata da Fabio Celoni. Si tratta in pratica di storie a fumetti presentate in un agile formato orizzontale 13x8 cm con una sola vignetta per pagina (si, tipo il 16:9 cartaceo) e numero di pagine variabile, nato prima di tutto per essere fruito digitalmente e, visto il formato, per essere apprezzato appieno anche su uno smartphone.
Il prodotto è indirizzato agli appassionati di comics che non hanno un tablet, ma solo un telefono (e sono ancora parecchi). E a me l'idea sembra davvero buona. Da sottolineare i nomi che Celoni è riuscito a coinvolgere in questa operazione, che da soli fanno il 60/70% buono di tutta la questione.

Di chi parliamo?

Lola Airaighi, Mario Alberti, Paola Barbato, Max Bertolini, Bruno Brindisi, Giampiero Casertano, Gianluca e Raul Cestaro, Adriana Coppe, Roberto De Angelis, Francesco Dimitri, Luca Enoch, Alessio Fortunato, Pasquale Frisenda, Alessandro Poli, Luigi Siniscalchi, Marco Turini, Andrea Venturi, Claudio Villa.

Gli albi cartacei SmartComix debutteranno alla prossimissima Lucca. Se ti interessa, qui trovi la pagina ufficiale dedicata al progetto. Qui sotto, invece, trovi le cover dei primi albi.






24.10.14

Cooking Sucks

Sul numero di Internazionale in edicola da oggi, il 1074, a corredo dell'articolo "Abbasso la cucina" ("Cooking Sucks", in inglese) firmato da Sarah Miller, giornalista e scrittrice americana, trovi due mie nuove illustrazioni.
L'articolo parla di come anche di questi tempi, quando ormai cucinare fa figo e tendenza, esistano ancora persone (vivaddio!) che di cucinare si rompono le palle. Ma che lo fanno comunque, sia per mangiare sia per attirarsi le grazie e tutto l'amore possibile di un figlio o di un marito.


E' la terza o quarta volta che le mie illustrazioni hanno a che fare con la cucina. Non mi ci diverto un granché, devo ammetterlo, ma mi adeguo volentieri. La prima, in particolare, vuole essere uno spassionato omaggio a quelle vecchie uniformi carcerarie rese celebri nel mondo delle nuvolette parlanti dai fratelli Dalton, mentre quel numerino sul petto, il "23", è una citazione dovuta (visto il contesto) a quel Charlie Chaplin protagonista di Charlot Ladro ("Police", in orginale), film del 1916.

Sulla seconda ho poco da dirti. Doveva essere un'altra roba, ma una serie di cose avvenute per caso, mi hanno costretto a tornare sui miei passi.




23.10.14

Di diavoli a San Francisco, bestie feroci, avventurieri dal gomito alto e paperi ladroni

Devil e i Cavalieri Marvel #1
Un Diavolo a San Francisco

Lo so, te ne ho parlato qualche post fa. Ma era solo una riflessione e non avevo ancora letto tutte le storie. Dentro ci trovi quindi un punto tutto nuovo dal quale partire: Matt Murdock ora fa l'avvocato a San Francisco, ha un nuovo socio (socia) in affari, la sua seconda identità di vigilante notturno è nota a tutti e anzi, la polizia ora lo usa come consulente su casi spinosi. L'incipit è carino, il nuovo status è chiaro e lampante da subito. In tutto questo, e nel giro di una ventina di pagine appena, Mark Waid imbastisce anche una storiella dai ritmi serrati, con qualche colpo di scena e un rocambolesco inseguimento dai risvolti in parte commoventi (la protagonista è una bimba ignara di quanto accade) e allo stesso tempo buffi (Matt non conosce le strade di Frisco come quelle di Hell's Kitchen). Mi sembra un ottimo punto di partenza. Sui disegni di Chris Samnee mi sono già espresso più volte. Quindi sai già che per me è un gigante proprio gigante.


Nella seconda storia dedicata al cornetto, lo speciale commemorativo numero 1.5 dedicato ai 50 anni del personaggio, Waid e autoriume vario si divertono ad immaginare che piega possa prendere la vita di Matt tra qualche annetto (figli, cariche politiche, matrimoni, nuovi nemici che sono i figli di quelli vecchi). La storia è molto carina, così come quella breve in appendice, dove un vecchio videotape, ritrovato per caso, ripercorre la buffa parentesi di Mike Murdock, lo spaccone e insolente fratello di Matt, impersonato da lui stesso per proteggere la sua identità segreta (nelle splendide storie disegnate da Gene Colan sulla serie originale a partire più o meno dal numero 20).
Infine anche la serie The Punisher riparte da #1, autori: Nathan Edmondson e Mitch Gerards. Storia carina anche qui, che lascia dei sospesi ma che ci presenta un Frank Castle che sorride facile e ha come compagna di bevute una poliziotta di Los Angeles. Sembra un Castle un po' più realistico, insomma. Ma bisogna poi capire.

Martin Mystére #334
I Predatori della Foresta Sacra

L'ultima annata del bimestrale in questione ha dato delle belle soddisfazioni, bisogna dirlo. Questa storia (del bimestre precedente all'albo attualmente in edicola) è una delle ultime scritte da Paolo Morales (prima di passare a miglior vita nel gennaio del 2013, pace all'anima sua) e vede al centro della vicenda una serie di efferati omicidi che sembrano compiuti da bestie feroci, una cricca di stimatissimi professori univesitari e una modella di origini Niska che sembra saperne più del dovuto. Il suo bisnonno, un potente sciamano deceduto molti anni prima, sembra essere tornato dalla tomba per vendicarsi di un brutale affronto. Martin, Java è l'ispettore Travis si troveranno quindi ad indagare su omicidi impossibili, costellati da una guerra tra corvi, aquile, lupi e orsi come se piovessero.


Come nello stile di Morales, la storia è equilibrata e funziona a meraviglia. Se poi tieni conto che è disegnata da Giancarlo Alessandrini (che non riesco ad immaginare come farsi sfuggire un Martin Mystére disegnato da lui), allora capisci anche tu che vien facile farsi trasportare.


Adam Wild #1
Gli Schiavi di Zanzibar

Ne hanno parlato tutti e bene. Sembra essere piaciuto a tutti e di certo io non faccio eccezione. In generale, val sempre la pena leggere le storie di Gianfranco Manfredi, questo mi pare ovvio. Con Adam Wild lo sceneggiatore senigalliese si pone in quel solco lasciato vuoto più o meno dalla "dipartita" di Mister No, ovvero quello dei classici dell'avventura (che attenzione, sembra una roba che sminuisce e invece proprio no, guarda). Con il vecchio Jerry Drake, Adam condivide un carattere incline alle sconcezze, alle sbornie e alle zuffe. Però è anche molto ligio ai propri ideali ed è molto più stratega e pianificatore di quanto possa sembrare. Credo che in futuro potrebbe addirittura risultare un po' crudele, quando sentirà il bisogno di esserlo.


Questo primo numero è un ottimo esordio con una storia impeccabile che cavalca uno squisito equilibrio tra un episodio di presentazione e una storia autonoma. Alessandro Nespolino è bravo. Punto. Il suo stile è classico ma riflette il tratto plastico di certi autori americani.

Fantomius - Ladro Gentiluomo #1

La Panini mette in cantiere con questo primo albo (di due in totale, se non erro) la Fantomius Definitive Collection. Pubblicazione destinata appunto al personaggio tornato alla ribalta grazie a Marco Gervasio come autore completo (e prelibato) delle storie serializzate sul settimanale nel 2012. Gervasio è un autore di punta della Disney e qui lo dimostra ampiamente. Fantomius, alias Lord Lamont John Quackett, è un ladro gentiluomo che nella Paperopoli bene degli anni '20, e sempre accompagnato dalla sensuale Dolly Paprika, è autore di audacissimi furti.
I due inafferabili criminali sono ispirati un po' a Fantomas e tanto a Diabolik. Volutamente, direi, a partire dalle modalità adottate nei vari furti, o dal fatto che uno dei co-protagonisti delle varie storie è l'ispettore "Pinko".


Lo stile di Gervasio è uno stile grande grande. Sia la sua penna sia le sue matite si sposano in modo felice alle ambientazioni e ai vari personaggi. E le storie sono carine anche per chi, come me, non legge spesso di paperi e topi in casa Disney. Consigliato.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...