1.2.18

Un'altra cosa che non ti ho detto...

L'ultimo post risale addirittura alla fine di agosto dell'anno scorso, mi rendo conto. Lì ti mettevo al corrente del fatto che raramente avrei rimesso mano al blog, proprio per via della mia nuova condizione lavorativa.
Va bene il "raramente", insomma, ma non avrei mai immaginato potessero passare più di cinque mesi tra un post e l'altro.
La questione è che, ovviamente, a parte il poco tempo a disposizione, ho rallentato anche su tutte quelle che sono le mie principali passioni. Leggo e compro molti meno fumetti di ieri (ma tanti meno), leggo più o meno sempre lo stesso numero di libri, guardo un po' più serie televisive (la cosa si concilia con il fatto che dalla 11 di sera in poi sono abbastanza libero anche da certi doveri familiari).

Ma una cosa che ancora non ti ho detto è che dall'anno scorso, dall'inizio di luglio, più o meno, un'altra grossa novità si è presentata alla porta.
Stanca di aspettare l'occasione buona per rifarsi una nuova identità lavorativa come psicologa del lavoro, mia moglie ha preso una decisione: insieme ad una sua ex collega hanno aperto, a Collegno, dove viviamo, una libreria per bambini dedicata anche alle famiglie.



Hanno tracciato un percorso ben definito, preso mazzate, studiato, intrecciato relazioni, affrontato imprevisti e investito quei due spiccioli che avevano. E così è nata Pandizenzero - Libreria per Bambini e Spazio famiglie: libri, giochi (quelli belli della Djeco), ammennicoli vari (Mr. Wonderful), feste di compleanno e corsi di formazione realizzati con cura: dalla preparazione al parto alla pet therapy, da "gioco e movimento" ai laboratori sensoriali. Potrei essere invidioso, se non fosse che ho visto nascere questo progetto, investendo tanta fatica fisica per arrivare in tempo al giorno dell'apertura e curandone (ovviamente!) tutta la comunicazione, dal materiale promozionale alle illustrazioni che accompagnano le varie attività.



Ovviamente non sto mancando di approfittare della situazione. Nessuno mi toglie il piacere di fare un salto da quelle parti quando voglio, sedermi con calma e leggere a sbafo quello che mi va.
Fino a qualche tempo fa, non ho mai comprato albi illustrati di questo tipo, se non per mio figlio. Quindi non posso dire di esserne stato particolarmente appassionato. Ma da quando ho avuto la possibilità di scoprire questo mondo (e da quando ho cominciato ad interessarmente per lavoro), ho scoperto tanti piccoli e grandissimi capolavori illustrati.

Questo è tutto, insomma. La speranza, nel frattempo, è che tra una novità e l'altra ci si possa presto rimettere finalmente in piedi, dopo una situazione un po' difficile che è durata fin troppo (esperienza che, te lo dico con il cuore in mano, tutti dovrebbero fare per capire un bel po' di cose).

Così come spero di trovare un po' più di tempo per scrivere qualche post in più e tornare a fare quattro chiacchiere con te.
Stammi bene, intanto.

9 commenti:

Luca Lorenzon ha detto...

Francamente mi sembra una buona notizia!
In bocca al lupo alla tua signora e alla sua socia.
Che strano che non ti sia avvicinato prima al settore dei libri per l'infanzia, ci si trovano delle vere perle che altrove non sarebbero pubblicabili.

MikiMoz ha detto...

Ciao Luigi, bentrovato.
Molto molto bella e accogliente la libreria di tua moglie.
Dai, vedo molta positività nelle tue parole^^

Moz-

Patrizia Mandanici ha detto...

Bello davvero, auguro ogni fortuna a questa libreria. Adesso il settore dell'infanzia mi sembra quello più ricco e interessante dell'editoria.

La firma cangiante ha detto...

Hey Luigi, bellissima notizia, vi auguro tutto il meglio. È vero, qualche momento duro ci vuole, si mettono in prospettiva un sacco di cose e svuota un po' la testa. Io ora inizierei anche a farne volentieri a meno, però almeno si va avanti con più serenità mentale.

LUIGI BICCO ha detto...

@ Luca:
Francamente, anche a me :)
E crepi, quel lupo. Al settore, come dicevo, mi sono accostato con il tempo. Quando ho cominciato la "full immersion", mi sono reso conto di quanta roba meravigliosa ci sia da sfogliare anche da quelle parti.

@ Miki:
Grazie. Si, è un bel progetto. E' presto per dire quanto stia andando bene (prima di un anno, le stime sono impossibili), ma è in crescita e sembra esserci risposta. Speriamo bene.

@ Patrizia:
Grazie mille, Patrizia. Il settore non è mai risultato davvero in calo. Ecco perché sto cercando di osservarlo con un occhio particolare di riguardo.

@ Dario:
Si si. Devo dire che in questi ultimissimi anni, vista una certa condizione, ho imparato davvero tante, tante cose. Ma si spera, come dici anche tu, che presto si possa uscirne. Con tanto pelo sul petto e una buona dose di saggezza acquisita.

Luca Farina ha detto...

Grandissimo, passiamo da un ci sei ad un ci siete! Bello il progetto e bella l'immagine coordinata ;)

LUIGI BICCO ha detto...

Grazie, Luca. Hai visto? Ci diamo da fare, insomma. E a volte anche così non basta :)
Ho visto il tuo nuovo sito (gli hai dato una rinfrescata recentemente? Lo ricordavo diverso). Bei lavori.

Luca Lorenzon ha detto...

Scusa il commento che non c'entra niente, ma ieri sfogliando un vecchio Fumo di China ho visto la segnalazione di un fumetto, Von Ryan edito da Orione, scritto da un certo Luigi Bicco. Eri per caso tu?

Gripa ha detto...

Ma dai.
Quante cose che son successe.
Bello! ...anche una libreria.

Buona continuazione

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...