21.5.12

Fake Publisher #5: L'Ultima Estate di Klingsor


Come promesso tempo fa, eccoci ad una piccola svolta. La Fake Publisher mette momentaneamente da parte la collana dei classici della science fiction e passa ad altro. Si resta sempre sui classici, ma questa volta della letteratura a tutto tondo, di quelli che hanno fatto la storia. E si parte da un romanzo breve: L'Ultima Estate di Klingsor di quell'Hermann Hesse che tanti sommovimenti (eccitazione e turbamenti) ha provocato nella gioventù giovane, con poesia e riflessione interiore (te lo ricordi? Io si).


Questione visual. Come si può notare, il vettoriale è stato momentaneamente messo da parte. Il visual è fotografico, un collage di mia creazione, venuto fuori mettendo insieme diversi elementi provenienti da fonti diverse. Per lo più si tratta di gallerie fotografiche di inizio secolo scorso che ho ritoccato e assemblato. Presi singolarmente: il pittore seduto con la tavolozza, la sedia accanto a lui, il cavalletto con la tela (ricostruita da zero), il primo campo con i girasoli, la collina in secondo piano e quella in campo lungo sulla sinistra. Le montagne a destra le ho prese da un mio vecchio scatto e il cielo è una ricostruzione che ho fatto sfumando un'altra mia foto estiva. Il tutto cercando di donare all'intera composizione una forte predominante colore nettamente incentrata sui temi estivi.


Questione font: Sono due sul fronte e gli stessi due si ripetono anche sulla costa. Quello con il quale ho scritto il nome dell'autore è lo Sverige Script Demo (copyright di Mans Greback), mentre quello utilizzato per il titolo del romanzo è un Andes (licenza font sconosciuta).

Altro da dire? No, non credo.


13 commenti:

davide garota ha detto...

Copertina fantastica!! Grande!

LUIGI BICCO ha detto...

Grazie, Davide :D

CyberLuke ha detto...

Belle atmosfere, calore, attinenza col soggetto.
Ma nel vettoriale rimani imbattuto.

LUIGI BICCO ha detto...

@ Luca:
Addirittura? Prendo e porto a casa :) Ma sai com'è, ogni tanto la testa ti dice di provare cose nuove, tanto per cambiare.

La firma cangiante ha detto...

Bella calda e avvolgente. Secondo me la testa tutto sommato va assecondata :)

Enrico ha detto...

Preferisco le illustrazioni ai fotomontaggi, forse per i 20 anni passati a leggere fumetti...
Le grafiche pulite dei primi volumi mi sembrano più originali e accattivanti.

LUIGI BICCO ha detto...

@ Firma:
Sono d'accordo. La propria testa va assecondata come si fa con i pazzi :)

@ Enrico:
Anche a me brillano gli occhi quando ho a che fare con le curve di Beziér. Ma non si vive di solo ordine e pulizia :)

Zibibì ha detto...

vabbè, Luigi
lo sai che sei bravo in tutto
quindi che te lo dico a fa?!

ma per quanto riguarda quello che hai scritto
"...non si vive di solo ordine e pulizia"
vorrei aggiungere che sono completamente
d'accordissimo con te,
e che FORSE certo asetticismo di certa grafica
specchio di certi tempi
serve per superare l'inquietudine prodotta
dal sapere e sperimentare ogni giorno
che la vita in effetti non è né ordine né pulizia,
ma casino e sporcizia,
e FORSE
non è poi così male che sia così,
la vita.

LUIGI BICCO ha detto...

@ Zibibì:
Affascinante questa tesi. E probabilmente molto azzeccata. La vita è caos e, chi in un modo chi in un altro, si cerca di dargli un senso di lettura.

Enrico ha detto...

@ Zibbì e Luigi
credo che proprio per riuscire a mettere ordine nel caos della vita quotidiana, così imprevedibile e mutevole, tendo a creare grafiche "inquadrate", semplici (alle volte troppo spoglie) e rigorose. Poi, nella maggior parte dei casi, il cliente (caos imprevedibile) mi sbatte in faccia la dura realtà!

Fumettista Esplosivo ha detto...

Io adoro l'estate, quindi trovo ancora più bella questa copertina!^^

Davvero complimenti!

Fabry

LUIGI BICCO ha detto...

@ Enrico:
Sono completamente d'accordo con te. Ma aggiungo anche che la "corrente" che rappresenta la pulizia grafica, può essere considerata una vera e propria malattia. Se ci mettiamo anche questa, abbiamo il quadretto chiaro della situazione, tra chaos e malattia :)

@ Fabrizio:
Sei troppo gentile, Fabrizio. Aver incontrato i tuoi favori con tanta convinzione, trasforma quel poco che rimane di me (vedi post successivo a breve on line) in brodo di giuggiole :)

Fumettista Esplosivo ha detto...

Accidenti, ho letto il post successivo... mi spiace, cavoli!!!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...