5.12.11

Socrates


Ieri è morto Socrates Brasileiro Sampaio de Souza Vieira de Oliveira, noto solo come Socrates o con il suo nomignolo, il "Dottore", per via della sua laurea in medicina. Talentuosissimmo centrocampista brasiliano dai piedi buoni, Socrates arrivò a ricoprire il ruolo di capitano della nazionale verde oro nei mondiali del 1982 e del 1986 con il numero 8 stampato sulla schiena.

Lo ricordo perchè quando ero un ragazzetto, prima che scoppiasse la vera passione per la Samp, seguivo le gesta della Fiorentina della quale era tifoso mio cugino (non comincia forse sempre così?). E all'epoca ('84-'85) era proprio l'anno di Socrates a Firenze. Accanto ad altri nomi che ho ben stampato nella mente: Giovanni Galli, Daniel Passarella, Celeste Pin, Giancarlo Antognoni. Ma anche Occhipinti, Oriali, Massaro, Pecci. Nomi che, nonostante gli anni passati, rimangono da qualche parte e che, probabilmente, non adranno mai più via.


E tra questi c'è quello di Socrates. Quello con la faccia da buono, da sportivo vero. Un po' tennista, con quella fascia elastica a tenergli i capelli, un po' dottore per davvero.
Strano a volte come vanno le cose: il suo volto sarà per sempre legato alla mia infanzia.

Mi spiace, dottore. Cerca di passartela meglio, ora.

2 commenti:

Alessandro ha detto...

sono un tifoso viola: all'epoca è stato un mio "eroe", anche se, calcisticamente parlando, combinò poco a Firenze... ma lo dirò in un post :-)

LUIGI BICCO ha detto...

Lo so, solo sei gol. Però sei gol da centrocampista sono sempre sei gol :)
E tenendo conto che l'anno a Firenze è stato l'unico fuori dal Brasile, mi viene da pensare che se fosse rimasto di più in Italia, si sarebbe visto un grandissimo Socrates.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...