23.3.11

Goran Parlov contro tutti


Era davvero da parecchio che non leggevo nulla di tanto tamarro. Ma a voler essere sinceri, di risate me ne sono fatte. The Punisher vs The Marvel Universe è una storia di Jonathan Maberry, dove si ipotizza la solita improvvisa epidemia che rende tutti (compresi i supereroi, naturalmente) dei cannibali assetati di carne fresca. Attenzione, dice l'autore, qui non stiamo parlando di zombie. Quelli di questa storia il cervello ce l'hanno e a cadere sono solo le barriere inibitive e la moralità. Per quanto mi riguarda, caro Jonathan, è una storiella di zombie come tante altre. Ma in ogni caso mi sono divertito e di questo ti rendo merito. Ma più che allo scrittore, rendo merito all'immenso Goran Parlov. E' ufficiale: Goran è entrato nella mia personale top 20 dei migliori disegnatori di fumetto.

E il suo è, molto probabilmente, il miglior Punitore di sempre. A meno che non siate tra quegli incorreggibili nerd che hanno ancora negli occhi il Punitore di Jim Lee (quello della fine degli anni '80 che sapeva ancora disegnare, intendo). E va bene, d'accordo, insieme a quello di Parlov ci metto il Frank Castle di Jorge Zaffino de La loggia degli assassini, unico (purtroppo) numero speciale ad opera del grande maestro argentino (qui e qui un paio di tavole per quelli dalla memoria corta).


In Italia il disegnatore croato (classe 1967) è personaggio noto. Prima delle sue frequenti incursioni alla Casa delle Idee, infatti, Parlov ha esordito su Ken Parker Magazine con una storia breve. Poi passa alla scuderia Bonelli dove interpreta graficamente alcune storie di Nick Raider, Magico Vento, un bellissimo Texone (l'undicesimo della serie intitolato L'Ultima Frontiera, su testi di Claudio Nizzi), poi il numero 1 di Volto Nascosto. I suoi primi lavori oltreoceano sono una manciata di numeri per la serie Y: The Last Man per la Vertigo/DC Comics. Alla Marvel passa direttamente sul Punisher di Garth Ennis e inventa graficamente Barracuda, nemesi molto discussa di Frank Castle. E se non ho capito male, attualmente è al lavoro su una miniserie di Nick Fury.



Insomma, Goran Parlov ha fatto suo il segno classico e dinamico che è debitore a grandi maestri del passato come Milton Caniff o all'Alex Raymond stilisticamente più grafico dell'ultimo periodo. Un grande interprete per immagini.


David Duchovny? Andy Garcia? No, Goran Parlov.

9 commenti:

Alessandro ha detto...

Concordo al 100%!! Parlov è uno dei miei disegnatori preferiti: ha un realismo, un tratto così preciso pur usando poche lineee e un senso di dinamicità, che pochi grandi possiedono. Fai bene a ricordare il suo esordio con Lungo Fucile: una bella storia di 50 tavole, prima di 3 parti, disegnata insieme a Pasquale Frisenda sul numero 3 di Ken Parker Magazine: "Ore d'Angoscia" era il titolo.

LUIGI BICCO ha detto...

Grande Alessandro. E' vero. Il titolo era "Ore d'angoscia". Bella storia, tra l'altro scritta (se non ricordo male) da Nizzi.

Per la memoria storica di Ken Parker, se non ci si rivolge a te... ;)

E comunque Parlov, si, è davvero straordinario. Che peccato che il mercato italiano lo abbia perso. Forse. Chissà.

Alessandro ha detto...

spero che l'Italia lo recuperi presto, a me manca un così!!!

ore d'angoscia fu scritto da berardi: figurati se avesse permesso a qualcun'altro di scrivere una storia di Ken.... al massimo la sceneggiatura al fido Mantero, o in qualche caso, a Sclavi....

LUIGI BICCO ha detto...

Vero vero.

Chissà perchè ricordavo che Nizzi avesse scritto una storiella breve di Ken Parker.

Alberto Camerra ha detto...

Parlov è una delle figure più interessanti degli ultimi lustri. Ha avuto la capacità di mantenersi sempre a elevati standard qualitativi evolvendosi, per quanto possibile. Il suo classicismo, sempre fedele a se stesso, mi ricorda molto Romita Senior (mi riferisco all'impatto visivo, nella comunque differenza di stile).

LUIGI BICCO ha detto...

Si, anche se le differenze di stile sono abissali (per scelte proprie degli autori), in effetti il confronto con Romita Senior non è proprio azzardatissimo.

ste ha detto...

grande Parlov, trovo sia un disegnatore straordinario! mi piace molto anche il suo Tex.

LUIGI BICCO ha detto...

@ Ste:
E' un grande. A me è piciuta qualunque cosa abbia messo su carta. Benvenuto da queste parti, Ste.

ste ha detto...

si ogni volta rimango colpito dal suo stile hai ragione ogni lavoro che ha fatto è notevole!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...