18.9.15

Di prove e disegnetti vari su una Wacom Intuos CTH-680 pen&touch


Ecco qui. Alla fine è successo. Nell'era del touchscreen e di mille altre risorse per grafici e disegnatori (Cintiq, Windows Surface, Lenovo...) io ho deciso invece di acquistato una Intuos CTH-680, la tavoletta pen&touch della Wacom formato medio (22,2x27,5 cm). Ne ho approfittato anche perché un anno fa, questo aggeggino sfiorava la bellezza di 220 euro. Oggi, proprio per via degli strumenti di cui sopra, le tavolette si vendono molto meno e i prezzi si sono abbassati. Oggi te la porti a casa con 149 euro.

Erano appunto mesi che dicevo di volerla comprare. Ma soprattutto erano anni che non mettevo mano su una tavoletta. Parecchi (troppi) anni.
E quindi sono tornato a casa, ho spacchettato il mio bel regalo, l'ho collegato al pc e ho cominciato a disegnare. E da lì non mi sono più mosso.

Qui sotto ti mostro i miei primissimi esperimenti.


Ho lavorato con Photoshop su un foglio dimensione A4 in quadricromia e a 300dpi. Photoshop non è l'ideale per una inchiostrazione vera e propria (per quella dovresti lavorare su un documento bitmap a 1200dpi almeno), ma come sai, è ottimo per tutto il resto. Soprattutto per sperimentare con i colori (ovviamente).
E quindi ho caricato dei vecchi pennelli che mi ero costruito anni fa con le mie sante manine e ho simulato diverse soluzioni: acquerelli, acrilici, pastelli a legno. Un po' di tutto nello stesso foglio, insomma. Niente di serio, come puoi vedere. Mi devo prima sciogliere un po'.

Il risultato è carino, tenendo conto che per la prima mezz'ora almeno la mano mi tremava come una foglia. La tavoletta risponde a meraviglia, anche se mi aspettavo qualcosina in più come livelli di pressione della penna e come velocità di esecuzione nelle gesture (inclinazione foglio e zoom).
In ogni caso ora si continua a sperimentare. Passerò anche per altri software come ArtRage o Sketchbook e magari, alla fine, prenderò anche Manga Studio, che non si sa mai.

Insomma, è tornato il tempo di disegnare. E probabilmente questa cosa dovrà prendere anche una piega professionale, a breve. O così si spera, insomma.




8 commenti:

sartoris ha detto...

maddai! Comprai ormai dieci anni fa una prima Intuos formato A3 praticamente gettata via perché non ero capace di disegnare guardando lo schermo... ora mi par di capire che le cose siano parecchio cambiate e non sia più necessario ricorrere a esercizi da torcicollo per sfruttare questa tecnologia (il top penso sia la tavola grafica che usa Makkox a Gazebo :-) e se come dici tu con due lire si può accedere a questo magico mondo mi ci butto (così magari torno anche io a disegnare piuttosto che farmi venire i crampi al polso cercando malamente di piegare i vettori con le curve di bezier:-)

Patrizia Mandanici ha detto...

Bravo! (ma che t'ha fatto Patrick Stewart? A proposito ti consiglio Blunt Talk).
Manga Studio è da me vivamente raccomandato - ma lo sai credo...Vedo che non hai fretta per cui appena becco un'offerta te la segnalo (le fanno ogni 4/5 mesi, l'ultima il mese scorso).

LUIGI BICCO ha detto...

@ Omar:
Quella di Makkox sembra una Cintiq da 22 pollici. Un signor oggettino, si. I prezzi per le tavolette grafiche si è abbassato proprio per via di quei mostri. Non so cosa devi fare con i vettori, ma sappi che con una buona tavoletta e un po' di pazienza, potrai destreggiarti agilmente anche con quelli. Accattatella ;)

@ Patrizia:
Grazie!!! Si, se sai di un'offerta di quelle solite, fammi un fischio. Intanto comincio ad allenarmi con la versione 4 di un amico.
Io a Patrick Stewart gli voglio bene come a un fratello, gli voglio. E con quegli occhi a palla e quei baffi ho esternato tutto il mio affetto nei confronti di una figura cardine della mia infanzia e anche oltre ;)

Luca Farina ha detto...

Mi stupisco che lavorassi senza tavoletta. È stracomoda anche per fare illustrazioni vettoriali. Ci vuole solo un pochino di abitudine. Le tavolette come la tua (ne ho una uguale) haime costano meno anche perché sono meno buone delle versioni pro. Mi spiace doverlo dire ma l'ho constatato di persona. A parte questo vedrai che ti velocizzando il lavoro non poco.

Luca Farina ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
LUIGI BICCO ha detto...

Alla fine è solo questione d'abitudine. Oggi come oggi, per quanto riguarda il vettoriale, riesco ad essere molto più veloce con il mouse. Ma può essere che domani io scelga di fare tutto con la tavoletta.
Conosco la differenza con le Intuos Pro. Chiaramente il prezzo è più alto proprio per quello. Però dovendo partire ho optato per una soluzione più economica. Che ripeto, adesso è economica. Un anno fa, meno :)

Patrizia Mandanici ha detto...

Fino al 29 settembre super offertona di Clip Studio Paint (sia la versione base che la EX), sconto del 70%... http://www.clipstudio.net/en/purchase

LUIGI BICCO ha detto...

Uh, grazie, Patrizia. Ho visto. Molto interessante. Magari poi ti scrivo una mail per chiederti un particolare tecnico sul software in questione. Grazie ancora ;)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...