6.4.12

Google Glass


Che fastidio. Non si sta parlando d'altro. Il nuovo progetto di realtà aumentata di Google, intendo. Un progetto che, sembra, sia in fase di studio da parecchio e che sarà lanciato quanto prima. Si chiama Google Glass.

In pratica un paio di occhialini con una lente speciale per la connessione ad internet, la realtà aumentata, macchina fotografica e dio solo sa cos'altro. Non si sa ancora quando, come e con quali modalità sarà messo in commercio, ma sembra che Google ci conti davvero parecchio. E visto che da un paio di giorni ne ho sentito parlare in tv e per radio e che su internet sta raccogliendo i favori di mezzo mondo, presumo che presto conosceremo vita, morte e miracoli di questo ammennicolo per geek senza ritegno.



Ah, che sia chiaro. Questa roba mi fa schifo. Già non mi stanno simpatici quelli che girano con l'auricolare del cellulare infilato nell'orecchio anche quando non lo usano, figurarsi vedere degli ebeti con l'occhialino di Google (la vedi la foto in cima a questo post? Non farti beccare da me con quella roba addosso, perchè ti rido in faccia talmente forte da farti morire di umiliazione). Poi complimenti anche all'idea di avere un aggeggio che ti fa entrare le onde wi-fi direttamente nelle tempie, eh.

Poi mi dovete spiegare perchè tutti tendono a sottolineare che con questi giocattoli tecnologici puoi consultare il meteo, come se fosse la prima preoccupazione in cima alla lista di una persona. Poi presumo che uno strumento del genere sia stato studiato soprattutto per un uso fuori casa. Quindi il meteo, scusate eh, lo interpreto io alzando semplicemente il collo.

Ma invece di pensare a 'ste cagate, che fine ha fatto il Chrome OS?

8 commenti:

Glauco Silvestri ha detto...

Esistono due modelli di ChromeBook in vendita... ma non credo che abbiano un gran mercato! Colpa della rete, non sempre veloce, non sempre con connessione stabile, e non molto economica.
Come si fa a spendere 400eu per una macchina che non può funzionare offline quando i portatili di fascia bassa costano cifre analoghe?

LUIGI BICCO ha detto...

@ Glauco:
I ChromeBook non sembrano in effetti aver preso piede, ma in realtà mi riferivo al nuovo sistema operativo google anche per desktop computer. Mi stava a cuore capire che fine avesse fatto, vista la scarsa offerta di mercato :)

CyberLuke ha detto...

Tanto per afre onore al mio nickname, a me garbano alquanto.
Sono solo un po' troppo invasivi.
Un impianto cerebrale collegato al nervo ottico sarebbe più pulito ed efficiente, e si alimenterebbe con l'energia biochimica del mio corpo: mai più pile scariche.
E gli upgrade si potrebbero fare wireless.
Ragazzi, siamo nel 2012.
Ci avevano promesso auto volanti e basi sulla Luna.
Non li abbiamo avuti. Almeno datemi questi occhiali.

LUIGI BICCO ha detto...

@ Luca:
Ecco, diciamo che è meglio l'impianto cerebrale. Almeno non si vede nulla.
Comunque sapevo che avrebbero risvegliato il tuo animo geek :)

Laura is Damiano is Zibibì ha detto...

perfetto,
qualcuno invece
sta lavorando su un progetto di
REALTA' DIMINUITA?
:D

LUIGI BICCO ha detto...

@ Laura e Damiano:
He! Questa sarebbe una bella scoperta. Non so come potrebbe funzionare, ma si potrebbe anche studiare a tavolino :)

onurb ha detto...

mi piacciono (come concetto... troppo invasivi), "dipingono" direttamente sulla retina?
Comunque anche così l'ottica non ce la fa, troppo piccoli. Il nervo ottico sarebbe meglio... (CyberLuke) ma non mi fido troppo. Dipingere sulla retina forse è meno periglioso. In ogni caso 3d, plz. E anche l'audio (3d... etc... surround, tutta quella roba lì), mica voglio vomitare. E anche gli odori... (?)

LUIGI BICCO ha detto...

@ Onurb:
Bè, in realtà credo siano stati creati solo in funzione della Realtà Aumentata. Mi sfugge un ipotetico utilizzo con il 3D. Se sei per strada, più del 3D visto con i propri occhi non ce n'è :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...