16.12.15

Star Trek Beyond, il primo trailer un po' così


Non sono mai stato un trekkiano integralista. I primi due film del nuovo corso, tanto per dire, mi sono piaciucchiati. Il secondo più del primo. Gèigèi Abrams ha cercato di recuperare lo spirito roddenberryano originale infondendo allo stesso tempo nuova linfa vitale in modo da svecchiare la serie e renderla più moderna (obiettivo più che lecito).
Ha cercato, dicevo. Che ci sia riuscito o meno, però, è un altro paio di maniche. Per il terzo capitolo del reboot, poi, c'era da risolvere un problema. Gèigèi avrebbe continuato a seguire il progetto (producendolo), ma avrebbe lasciato vacante la sedia della regia in quanto impegnato, come ormai sanno pure i monaci tibetani, nel rilancio di Star Wars.

Chi lo avrebbe sostituito?


Quando qualche tempo fa fu messo insieme il team per Star Trek Beyond, qualcuno (me compreso, lo ammetto) ha storto il naso a prescindere, per un paio di buoni motivi:
  1. Sembra che la Paramount, all'inizio della lavorazione, avesse comunicato un imperativo inappellabile: il nuovo Star Trek sarebbe dovuto essere "meno Star Trek e più Guardiani della Galassia".
  2. Il regista designato, Justin Lin, era per lo più noto per aver girato quattro film della serie Fast & Furious (ma anche l'interessante Annapolis con James Franco e Tyrese Gibson e, ultimamente, i primi due episodi della seconda stagione di True Detective). Suonava più o meno come aver messo John Woo su Twin Peaks, tanto per capirsi.

In pratica le direttive sembravano più che chiare, confermate purtroppo dal primo trailer che da ieri imperversa in rete.
Azione, calci volanti, spara spara laser, Sith che hanno sbagliato set, piroette in motocicletta (??), momenti giggioni, altri momenti giggioni (i protagonisti di Fast & Furious viaggiano nel tempo e atterrano nel mezzo di una battaglia tra i Guardiani della Galassia e l'Impero di Star Wars).
Si scherza, ovviamente, ma quel che resta sembra effettivamente un film giggioneggiante che dello spirito originale conserva praticamente nulla ma che, per fare un dispetto a tutti i fan più "duri", uscirà negli Stati Uniti a luglio del 2016 proprio in occasione del 50° anniversario dal debutto della serie tv.

Il cast, almeno quello, rimane invariato e a Chris Pine (Kirk), Zachary Quinto (Spock), Karl Urban (McCoy), Simon Pegg (Scott) e Zoe Saldana (Uhura) si è aggiunto anche il buon Idris Elba.


Sta bene. Non mi faccio il sangue amaro, né grido impugnando il forcone. Spero solo, a questo punto, di riuscire a vedere un buon film d'azione, divertente e con un minimo di trama interessante (ciò che potrebbe sembrare, a conti fatti, guardando il trailer qui sotto ma eliminando dalla tua testa l'idea che sia un film di Star Trek).

Questo perché, fondamentalmente, in certi casi sono una persona buona che continua a sperare nelle cose belle e perché mi basta vedere quelle uniformi colorate indossate da qualcuno per farmi ricadere in amore.

Felicissimo, poi (giurin giuretta!), se l'operazione dovesse riuscire a rinverdire i fasti della saga roddenberryana e arrivare quindi per davvero "là dove nessuno è mai giunto prima".

8 commenti:

CervelloBacato ha detto...

Nemmeno a me il trailer ha convinto troppo. E' molto... yeahh, pare diverso dagli altri due film, soprattutto Into Darkness, però è pur sempre un semplice trailer. Io aspetterei il secondo e speriamo bene...

Jimi Paradise ha detto...

Perplesso pure io... Il problema è che E' Guardians of The Galaxy... o.O

Larsen ha detto...

io mi son limitato ad apprezzare la carenza, finalmente, di lens flare usati "in modo creativo" (aka: accazzodicane).
magari questo riesco a vederlo senza occhiali da sole per tentare di capire cosa c'e' a video sotto lo spalaflashare di yeiyei...

LUIGI BICCO ha detto...

@ CervelloBacato:
Per aspettare si aspetta volentieri. Ma ho forti dubbi che il "mood" possa cambiare. Mah.

@ Jimi:
Che è esattamente quel che hanno chiesto. Vedremo poi quanto ci appizzano i guardiani della galassia con l'universo trekkiano.

@ Larsen:
Giusto. Sei riuscito a trovare un buon punto di partenza. Ci sta. Ora speriamo che ce ne siano anche altri, però :)

CREPASCOLO ha detto...

Justin è una sagomaccia: quando in Paramount qualcuno ha accennato ai Guardians il regista, forse x allontanare l'idea che sia solo capace di calci volanti e corse a rotta di collo, ha annuito e poi è corso a casa a rileggersi la serie a fumetti di Steve Gerber ed Allen Milgrom.
Ha poi prodotto un trailer con i pupazzetti racattati ad una svendita della parocchia in stop motion ed il risultato - che in Paramount abbiamo visto in pochi - era la storia di Kirk e la sua posse che atterrava su di un pianeta dove gli indigeni non credevano nei politici e votavano x il peggiore " anche se mente pure quando tace " o erano irrettiti da sette improbabili fino al momento in cui scoprivano si trattasse di un manicomio orbitante intorno alla casa di alieni dotati di buon senso. Un plagio di una vecchia avventura di Vance Astro e la sua band di ex liberatori della Terra che è stata anche tradotta da noi sullo zine Gli Eterni della Editoriale Corno. Avresti dovuto vedere le facce dei Paramount Men mentre Paulista senza sombrero spiegava a Big Jim Due Facce come si scegliesse la classe dirigente o mentre il Culto di Calimero cercava di convertire Barbabarba. Considerato che J.J. non poteva dirigere anche questo Star visto che è al lavoro con un titolo simile e che altri registi avevano declinato tutti presi da pellicole su monaci tibetani che guardano le stelle, si è deciso di dare una seconda occasione al regista di quattro F&F...Vedremo.

CyberLuke ha detto...

Condivido le tue, chiamiamole, perplessità.
A giudicare ad questo trailer, Star Trek si sta trasformando (o si è già trasformato) in qualcosa di parecchio diverso dall'originale. Non starò a dire migliore o peggiore, solo diverso.
E, anche se a nessuno piace dirlo, questi film e queste serie esistono solo se incassano parecchi quattrini.
E per fare quattrini, bisogna seguire le mode, se non si è in grado di farle, le mode.
La moda, ora è Avengers, Guardians of the Galaxy (che io ho dimenticato completamente), Fast & furious (toh, guarda...).
C'è poco da fare, i fans possono strepitare quanto vogliono.
E, tanto, anche noialtri fans andremo a vederlo, giusto?
C'è solo da pregare che non faccia troppo cagare.

(Dio, quel salto in motocicletta...)

LUIGI BICCO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
LUIGI BICCO ha detto...

@ Crepascolo:
La storia di Kirk e soci che "atterrano su di un pianeta dove gli indigeni non credevano nei politici e votavano x il peggiore", mi ricorda tanto qualcosa :)

@ Luca:
Ecco, appunto. Quel salto in motocicletta.
In ogni caso i primi due capitoli, al cinema, il loro l'hanno fatto incassando tra i 400 e i 450 milioni. Ma sono comunque ben lontani dagli incassi colossali dei film che "vanno di moda". A parte questo, non voglio avere troppe aspettative e quindi continuo a sperare appunto di vedere un buon film di fantascienza e basta. Se poi la cosa può portare davvero come dicono ad una prossima nuova serie televisiva, ben venga.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...