18.12.12

Shortology


Dello studio creativo milanese H-57 e della loro serie The History of... avevo già parlato qui. La questione è che adesso hanno raccolto tutti quei posterini fatti per diletto e ne hanno fatto un libro che ha pubblicato Rizzoli. Che lo presenta così:
Da Gesù a Berlusconi a Michael Jackson,
vite famose in un solo disegno.
Un agile volume da 220 pagine a 9 euro e 90 centesimi che potete acquistare anche on line qui. Invece sulla pagina facebook dedicata al libro (qui), ci sono parecchie robe divertenti da vedere.






7 commenti:

Alberto Cerutti ha detto...

Lo sfogliavo giusto ieri ;) geniale soprattutto "l'opera"

Gripa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gripa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
LUIGI BICCO ha detto...

@ Alberto:
Carino, né?

Gripa ha detto...

Mi stavo preparando il secondo toast dell'anno,
ma avevo ancora da ritirare e piegare la biancheria asciutta pronta da stirare.

Certo, aver lasciato l'implacabile traccia dei due commenti erroneamente eliminati dal blog di Luigi Bicco, disturbava il clima domestico del mio pomeriggio invernale.

“Facciamo che scrivo due righe” mi son detto,
e poi mi sarei dedicato alle faccende domestiche e al lavoro arretrato.

Donald Fagen, Shortology, eMiusik, la valle di Hela...
...ma quanti post mi son perso?
E adesso da dove inizio?
Beh, potrei partire commentando questo post.

Il minimalismo, come tutte le tendenze estetiche, rappresenta l'espressione sociale di un epoca.
Nel nostro caso perciò, il bisogno di compensare l'opulenza di cui siamo stati involontariamente
o volontariamente complici e artefici.

Come tradizione vuole, tale concetto è ottimamente riassunto nella grafica e nel design contemporaneo.
Ancora una volta l'estetica sostiene una nuova idea e ci aiuta a coglierne i molteplici significati,
e al rischio dei diversi usi, nobili e meno nobili, che faremo della stessa.

Abbigliamento, arredamento, editoria, segnaletica urbana, internet e chissà in quanti altri contesti il minimalismo sarà utilizzato.

Il libro da te segnalato, ha già dal titolo, il merito di introgurre in tutto ciò, l'elemento ironico.
Un elemento a mio parere indispensabile, che traduce e semplifica il complesso e
affascinate linguaggio dell'immagine.

Perfetto! Al tatto la biancheria è perfettamente asciutta, il toast invece non era un granchè.
Alla prossima Luigi, vado a fare un'altra lavatrice.








Gripa ha detto...

Pardon: DeMiusik!
...non è proprio giornata.

LUIGI BICCO ha detto...

@ Alessandro:
Giuro che ti farei scrivere tutti i miei post, Alessandro. Io ho dato informazioni sull'oggetto, tu l'hai spiegato sapientemente. L'infografica e il minimalismo che la contraddistingue, rimangono validi strumenti. Basta solo, per assurdo, non esagerare :)

Buone lavatrici, allora. Se ti può consolare, anche a casa mia, stasera, se ne sono fatte un paio.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...