11.6.12

Di nuovo in Serie A


Così sembra. La Samp è riuscita a disputare e vincere i play off prima contro il Sassuolo e poi, in finale, contro il Varese. Non sto qui a sottolineare l'amarezza provata per quest'anno d'inferno in serie B o delle bizzarre scelte di mercato o della cocente delusione provata per una squadra che è passata dal paradiso all'inferno senza passare dal via e per il cannibalismo atto a smembrare una rosa davvero notevole capace di arrivare a disputare i preliminari di champions league due anni fa. Vi basti sapere che l'ultima volta che ne ho parlato era appunto il novembre del 2010, presagendo aria di tempesta e disastro. E così fu.

Ora le cose sono cambiate. Ma per quanto si ritorni nella massima serie, il mio entusiasmo è appena appena abbozzato all'angolo della bocca. Con la famiglia Garrone alla presidenza ci si deve andare con i piedi di piombo. Si spera che il figlio Edoardo possa creare una magia più forte di quella sempre promessa dal padre.

Si spera.


Intanto un applauso particolare va a Nicola Pozzi e a Eder (attaccante brasiliano arrivato solo a gennaio dal cesena) che durante il girone di ritorno hanno saputo in qualche modo bucare tutte le difese avversarie, e a Gastaldello che con una bella doppietta ha prenotato il biglietto in prima linea per la serie A. E anche a tutti gli altri, ovvio.

Bentornati in serie A, ciclisti.

4 commenti:

Zibibì ha detto...

un giorno
dovrai spiegare com'è possibile che un napoletano
che vive a Torino tifi Samp :D

LUIGI BICCO ha detto...

Se ci pensi bene, non è più misterioso di tutti i tifosi juventini sparsi per il Paese. Sin da ragazzino non mi è mai piaciuto avere gioco facile. Preferisco vivere lo sport soffrendo. Sono proprio un masochista :D

Mauro Padovani ha detto...

Forza Samp!

LUIGI BICCO ha detto...

Sempre, Mauro.
Assolutamente sempre :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...