4.4.12

Batman: Arkham City


Sto giocando a Batman: Arkham City, il seguito di Arkham Asylum (del quale avevo parlato qui). Sono sorpreso, lo ammetto. Non riesco a pensare a quanto lavoro possa esserci dietro un gioco del genere. Credevo che il capitolo precedente fosse già di alto livello, magari perfettibile in qualche punto, ma già degno e definitivo rappresentate del Cavaliere Oscuro (versante videoludico). Ma con questo ultimo capitolo (solo per ora), i tipi di Rocksteady si sono davvero superati.

Un'intera città a disposizione, un'infinità di missioni e sotto missioni da portare a termine con la totale e lucida possibilità di scegliere cosa fare prima e come farlo. Si passerebbero ore solo a planare con il rampino da un palazzo all'altro.
Se vuoi, puoi trovare gente brutta da menare dietro ogni angolo e tante storie nella storia sulle quali investigare. Dal punto di vista grafico stiamo parlando di livelli qualitativi altissimi.



Capisci il livello di dettaglio? Ho detto tutto. Clicca sulle quattro immagini
qui sotto per capire ancora meglio e sbalordire.



E poi si può giocare anche con Catwoman, vuoi mettere? E mica una Catwoman qualsiasi, quella definitiva. Raramente si è vista una Selina Kyle così seducente. Sicuramente ispirata al bellissimo ciclo a fumetti di Ed Brubaker e Darwyn Cooke.




Ecco. Qualcuno si è preso la briga di raccogliere, in un video,
tutta la femminilità di Selina nel gioco in questione.
Non mi divertivo così con un videogioco da almeno sette o otto anni (vediamo, da quel vecchio capolavoro d'atmosfera che era Mafia, The City of Lost Heaven?). E sono solo al 10% del gioco. Si torna volentieri ragazzetti, a perdere tempo su questa roba. Eccovi qui sotto anche il trailer ufficiale. Se non vi impressiona questo, non so proprio cosa potrebbe.


6 commenti:

Lorenzo ha detto...

Dopo il post su Asylum ho pensato "e mo che vede Arkham City!?!"
Ho bruciato intere nottate per finirlo (con ovvie conseguenze al lavoro!) era tantissimo che non giocavo ad un gioco con una storia così intrigante e curato sotto ongi punto di vista! forse ci si avvicina Assassin's creed 2 ma li non c'era Batman! :D
Goditelo e porta il Cavaliere oscuro al trionfo! :D

LUIGI BICCO ha detto...

Ah, vedi. Tu ci hai già lasciato l'anima. Fortunatamente non mi ci posso attaccare per ore, tra il lavoro e il bimbo. Ma quando succede (di solito dopo le dieci di sera) mi ci accanisco che alla fine mi sembra di aver fatto un'ora di palestra :)

E a pensare che si può andare in giro per Arkham a cazzeggiare e prendere a pedate un po' di tipi antipatici, mi sa che il giochino mi dura per parecchio tempo.

Giulio ha detto...

Già devo leggere libri e fumetti, vedere serie tv (Breaking Bad, te la consiglio perchè è davvero bellissima) e film vari... se mi metto pure a giocare dovrò rinunciare a respirare :/

LUIGI BICCO ha detto...

@ Giulio:
Sei sicuro che sia così necessario respirare? :D
Sui film sono sempre più selettivo, mentre di serie TV non ne seguo più neanche una. Anche se a dire il vero Breaking Bad mi è già stato consigliato più di una volta. E ho anche realizzato una "tumblerata" sulla serie che prima o poi posterò.

Anonimo ha detto...

Secondo me dopo un po' diventa noioso, ed inoltre è troppo breve, la storia si finisce in poco più di 5 ore, le missioni secondarie in un paio d'ore le si fanno tutte, l'unica cosa che, come in asylum faceva durare di più il gameplay sono i trofei, ma anche qua sono un po' troppo facili, con un po' d'imegno in un paio d'ore si trovano tutti... Ad ogni modo alla fine Joker muore ._.

LUIGI BICCO ha detto...

@ Anonimo:
Dici? Io sto continuando a giocarci a spizzichi e bocconi. E forse proprio per questo non mi sta annoiando più di tanto. Diciamo che, sicuramente, preferisco il lato "libero" del gioco rispetto alla missione principale da seguire. E poi le arene piene di gente da umiliare con Batman e Catwoman, non hanno prezzo. Ad ogni modo, alla fine, il Joker non muore MAI :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...