25.7.11

Qualcosa è cambiato


Ma neanche poi troppo. Sono partito da non mi ricordo più quale tema di base (bianco, pulito, semplice) e ci ho ricamato un po' intorno. E tirando le somme ho ottenuto esattamente ciò che volevo: una svecchiata. Non che quello di prima non mi piacesse, ma sicuramente doveva cambiare lo spazio dedicato ai post e, come volevo, sono passato dai 400 pixel ai 500. Per il resto è tutta asciuttezza e cordialità.

La piattaforma blogger è purtroppo lontana dalla perfezione assoluta e qualche piccolo accorgimento devo ancora adottarlo. Esempio: l'interfaccia nuova per la scrittura dei post che avevo sempre evitato come la peste fino a ieri, continuo ad evitarla ancora oggi. A parte dare fastidiosi problemi di accapo o con l'inserimento di alcune immagini, continua a sfinirmi quando devo inserire due dimensioni di font diverse nello stesso post. Scelta poi come nuova font il Lucida, sono dovuto tornare sui miei passi una volta scoperto che era visibile solo da mac (da windows lo sostituisce in automatico con un Times piccolo). E così, con rassegnazione, ho voluto provare con il Trebuchet. E anche con questo, peggio che andar di notte, visto che dà troppi problemi tra un paragrafo all'altro (ma ste cose capitano solo a me?). E allora bòn, font vecchia fa buon brodo.

Per il resto, gli altri cambiamenti sono sotto i vostri occhi: l'header in alto è cambiato e incorpora un messaggio che, anche quando non c'era, era una tacita promessa non scritta. Poi la barra con le pagine indipendenti (per ora c'è solo la Home e la Bio, ma conto di rinfoltire presto). Sulla sinistra qualche elemento e qualche link in più che mi riguardano e un viewer con alcuni miei lavori collegato ad una semplice galleria su Picasa. Sulla destra una bella serie di link divisi per tematiche. Rispetto alla lista generica di prima, ho suddiviso il tutto sotto diverse voci e spero che a qualcuno possano tornare utili. Molti di quelli, sono i blog e i siti che ho segnalato fino ad ora. Altri sono quelli dai quali spesso traggo ispirazione (la mia pagina dei segnalibri di firefox sta per esplodere!) e altri devono ancora venire.

Tutto ciò in occasione anche dei miei primi 400 post che da maggio 2010 a oggi fanno 28,5 post al mese. Quasi uno al giorno, quindi, chi più interessante e chi meno.

Per il resto non cambierà molto altro. Se non che, prossimamente, posterò sicuramente meno immagini e più link, cercando di mettere insieme più cose nello stesso post. Un po' come è stato nei mesi passati con l'etichetta Cose Buone dal Web.

Se avete delle osservazioni o dei consigli, inutile dirlo, sono più che benvenuti.

4 commenti:

michele petrucci ha detto...

Bello… poi mi dirai come fare a passare dai 400 ai 500 pixel… adesso basta che sono ancora in lutto per Freud (ricordo ancora la bellissima mostra a Venezia del 2005)…

Pagas ha detto...

Ottimo il nuovo look, poi i cambiamenti sono sempre utili.

Ciao
Paolo

CyberLuke ha detto...

500 pixel sono davvero il minimo per chi è appassionato di immagine e comunicazione. :)
Adesso, sì che si respira!
Concordo che il nuovo editor di blogger è peggiore del vecchio. Ho provato ad usarlo qualche volta, ma non mi ci trovo.
Auguri per i prossimi 400 post, e, se accetti un consiglio, non affannarti a rispettare un ipotetico obbligo di metterne uno al giorno. Scrivi quando hai qualcosa di interessante da dire o da segnalare. Non perderai il tuo pubblico. ;)

LUIGI BICCO ha detto...

@ Michele:
Quando vuoi, ti dirò. Con il tuo blog dovrebbe essere ancora più semplice.
Pensa che quella mostra a Venezia io non ho potuto vederla per via di un treno che è saltato. Ma poi mi hanno fatto avere delle cartoline (sigh!)

@ Paolo:
Grazie, Paolo. Speravo potesse risultare abbastanza pulito.

@ Luca:
Vero! Adesso respira un po' di più. Mi spiace solo di aver perso la comodità di inserire immagini da blogger stesso. Insomma, se voglio delle foto larghe quanto il post, devo per forza caricarle da ftp. E non si capisce perchè. Vabbè.
Accetto il tuo consiglio di buon grado, ma posso dire senza tema di smentita che non mi affanno per nulla. In pausa pranzo o alla sera, dedico un'oretta al girovagare in rete (non sempre, naturalmente). Ma in quell'ora vedo tante di quelle robe belle che mi vanno in cancrena le sinapsi. E ci credo che poi voglio segnalarle tutte :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...