20.12.10

No Love for Street Fighters

Trovo poetica e struggente la serie di omaggi No Love for Street Fighters firmata da Bastien Vives. E' nota la passione che questo autore nutre per i personaggi della celebre saga di videogiochi firmata Capcom, ma il suo lavoro di reinterpretazione sfiora la poesia, nonostante i characters in questione.
Pregevole la decontestualizzazione che l'autore opera rivedendo, e in alcuni casi ripensando totalmente, i suddetti characters vestendoli come fossero modelli e riducendone al minimo la natura violenta e la loro componente prettamente videoludica.
Mi hanno molto colpito queste sue illustrazioni. Ho imparato ad apprezzare Bastien Vives e i suoi tempi narrativi nelle sue personalissime vignette verticali, nei suoi racconti brevi e nei suoi graphic novel. E' incredibile la sua versatilità di segno e di come riesca a piegarlo e mutarlo a seconda delle esigenze. E quanto la componente colore sia essenziale ed espressiva ai fini del risultato finale. Dopo Il Gusto del Cloro, è proprio di questi giorni l'uscita del suo secondo graphic novel (sempre per i tipi della Black Velvet) intitolato Nei Miei Occhi. Come il primo, non me lo perderò di sicuro.

6 commenti:

CyberLuke ha detto...

Avevo letto giusto Il Gusto del Cloro, ma non mi aveva preso. Troppo rarefatto per me, ma il booktrailer de Nei miei occhi riporta dei disegni bellissimi.
Quanto ai videogiochi... beh, assieme i GdR, sono troppo lontani dai miei interessi perché possa abbozzare anche solo un giudizio. ;)

LUIGI BICCO ha detto...

Ciao Luca.
Anch'io non sono un assiduo videogiocatore. Anche se i personaggi di Street Fighter li conoscevo, perchè quel gioco ci è stato sbattuto in faccia da un'intera generazione di appassionati del genere picchiaduro.

E si, Nei miei occhi sembra davvero interessante. Molto diverso dagli altri suoi lavori.

Michela Da Sacco ha detto...

Che interpretazioni particolari! Ho sentito molto parlare di Vives, dopo questi vado a cercarmi i suoi lavori, di cui conosco solo Il Gusto del Cloro.

^_^

LUIGI BICCO ha detto...

Ehilà, Michela.
Che piacere averti qui. In effetti Vives merita davvero un po' di attenzioni. E pensare che è ancora così giovane.

La firma cangiante ha detto...

Io ho visto qualcosa di suo sulla rivista Animals e i suoi lavori erano tra i più interessanti.

LUIGI BICCO ha detto...

Erano le strip che spesso carica sul suo blog. Rimontate ad hoc per la pubblicazione su carta. Molto carine davvero.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...