10.12.10

Al cinema, ma con poco entusiasmo

Ecco qui sotto tutti i cinecomics che usciranno a breve o meno nelle sale. Non che ne sia particolarmente attratto (anche se sul Thor di Branagh sono curioso), però mi chiedevo una cosa. So che si tratta solo di un caso, per carità, ma metterci un po' di ingegno e un po' di fantasia quando fate un poster no, eh? Eppure non è che vi mancano proprio i soldi.



4 commenti:

essedesign ha detto...

la penso come te luigi, ma penso pure che siano legati a fatti commerciali, cioè quelli di far vedere l'attore in atteggiamento affascinante vestito da supereroe, altre invece, è mancanza di fantasia o poca cultura grafica e visiva

esse

LUIGI BICCO ha detto...

Beh, certo. Si parla in effetti di film su supereroi e affini, non mi aspetto di vedere locandine concettuali. Chiaramente è in risalto il protagonista. Ma che anche le inquadrature siano simili, mi sembra davvero una pacchianata.

Il caso di Green Lantern e Cowboy and Aliens la dice lunga. Sono entrambi film che usciranno a breve e i due poster sono speculari ma identici nel concetto. Lo spazio blu e la nebbiolina blu, l'anello con il luccichio e il bracciale che brilla. La scritta metallica per entrambi, il piano americano.

E' anche Thor fa parte di una serie di poster in piano americano con il braccione gigante in primo piano.

E allora lo fate proprio apposta :)

Alberto Camerra ha detto...

Una volta attendevo questi film come un evento, perchè di evento si trattava. Parlo del primo Superman con Reeve, del primo Batman con Keaton. Ma anche di quei film considerati "trash" oggi come il primo improbabile Spiderman, il Capitan America mai arrivato sui grandi schermi, i Fantastici Quattro ritirari dalla stessa distribuzione prima che uscissero in sala.
Oggi è tutto appiattito, non solo nei manifesti. Hanno inventato un sottogenere in cui ben poco si salva (penso a un film degli X-Men e al Batman di Nolan, che in ogni caso hanno già qualche annetto sul groppone).
Eppure, ogni volta, si guarda con la stessa voracità la locandina, con la stessa voracità (seppur diffidenti) la pellicola, mentre restiamo in attesa di un lavoro sbalorditivo, magari con Orestolo il papero...
:)

LUIGI BICCO ha detto...

Eh si, Alberto. Ogni volta che c'è l'annuncio di un nuovo film ispirato agli amati fumetti c'è trepidazione e attesa. Più che altro perchè, ogni volta, si spera che sia quella giusta. Che questa volta si tratti di un capolavoro. Nonostante la media qualitativa ci smentisca ampiamente.

Anche nei prossimi giri, ahimè, non credo ci attenda nulla di buono, al limite qualcosa di divertente. Nutro fiducia per il film di Thor perchè è di Branagh. Anche se già le armature di scena che manco con il sidol vengono così lucide, mi fa storcere il naso. Mi piacerebbe vedere Capitan America ambientato tutto durante la 2a Guerra Mondiale. Cowboy & Aliens potrebbe essere un filmetto divertente (o una colossale cagata) e Green Lantern lo lascio volentieri agli altri. Il trailer mi ha fatto ridere amaramente. E già la locandina non è che faccia ridere di meno. Poi magari mi sbaglio. Finora gli adattamenti Warner/DC raramente hanno toppato di brutto. Ma c'è sempre la prima volta :)

Diciamo che aspettiamo trepidanti il terzo capitolo del Batman di Nolan, il Madman di Robert Rodriguez e qualche altra cosetta ancora.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...